Una buona grigliata estiva può essere un’ottima opportunità per stare con gli amici.

grigliata fattore ricetta

A lezione con lo Chef:

LA GRIGLIATA DEL FATTORE

PRESENTAZIONE PIATTO

L’estate è il momento ideale per mangiare all’aperto con gli amici e una buona grigliata può essere un’ottima opportunità per queste occasioni o per festeggiare una ricorrenza particolare, come la vincita della propria squadra di calcio.
Abbiamo dunque pensato di svelarvi i piccoli segreti del nostro chef per cucinare una fantastica grigliata di carne.
Piccoli e semplici consigli che vi aiuteranno a capire che è tutta questione di pazienza, dolcezza e buona compagnia.
Ecco qui tutto quello che c’è da sapere:

INGREDIENTI
Sovracosce di pollo di filiera selezionato
Salamelle di suino nazionale naturali
Puntine di maiale nazionale
Filetto di vitello nazionale
Costine d’agnello
Tagliata di Controfiletto di cottona
Aromi vari:
Sale e pepe q.b., Rosmarino
Birra, Olio extra vergine di Oliva
PREPARAZIONE

Per non deludere i vostri ospiti è fondamentale avere della carne di elevata qualità ed il giusto mix di aromi.

Se avete tutti gli ingredienti allora siamo pronti per iniziare!

Il primo step è mettere a marinare le sovracosce di pollo da 300 gr assieme a qualche ramoscello di rosmarino, salvia, sale, pepe e dell’Olio Extra Vergine d’Oliva per circa 3 ore; poi è pronto per essere grigliato.

Per le puntine di maiale, mettiamo anch’esse a marinare con del rosmarino, sale, pepe e birra.

Invece, per quanto riguarda le salamelle si può procedere con due cotture differenti.

La prima (quella più lenta) consiste nel chiudere all’interno di buste sottovuoto le salamelle e cucinarle a bassa temperatura senza nessun aroma aggiunto, così da far risaltare il sapore della stessa e poi procedere alla cottura su griglia.

Se invece sei alla ricerca di un modo più semplice e veloce, puoi bucare le salamelle, con l’aiuto di una forchetta, per far evaporare i grassi. Una volta completata l’operazione adagia il tutto sulla griglia a caramellare.

Tutt’altra storia invece per il filetto di vitello: taglia a fettine da 120/130 gr e mettile direttamente sulla griglia senza aromi, aggiungendo solo a fine cottura del sale Maldon affumicato. Segui le stesse indicazioni per le costine d’agnello e la tagliata di controfiletto.

Affidati a questi semplici passi e conquisterai i tuoi ospiti!

Piccole chicche:

Metti a cuocere prima le carni bianche e le puntine di maiale perché hanno una cottura più lenta e successivamente la tagliata di controfiletto.

Se desideri una cottura al sangue lo chef ti consiglia di lasciare la carne sulla griglia per un totale di 7/8 minuti, 2/3 minuti per lato (assicurati che all’interno sia rosa!); mentre se la preferisci più cotta basta lasciarla sulla griglia 5 minuti in più!

Ultimo, ma non per importanza, ricordati di accompagnare questa succosa carne con delle verdure alla griglia e patate!

CATEGORIE

ARTICOLI RECENTI